Come scherzare in lingua italiana

scherzare-con-la-lingua-italiana

Imparare a scherzare in lingua italiana è l’obiettivo da considerare se vogliamo dire di avere un ottimo livello della lingua italiana. La lingua italiana ci fa parlare, ci fa pensare, ci fa ricordare e, ovviamente, ci fa ridere! E a volte, per capire certe cose, un semplice corso di italiano potrebbe non bastare. (Ecco perché vi consigliamo i nostri corsi di lingua). Agli italiani piace molto scherzare. L’umorismo è una parte importante della cultura italiana, ed è anche l’elemento che ci permette di superare tanti momenti difficili. Abbiamo addirittura un’espressione per quando scherziamo nelle situazioni più critiche: “Ridere per non piangere”.

E di cosa ridiamo? Di politica, di calcio, di stereotipi regionali, di tutto! Ci sono tanti modi diversi di scherzare in lingua italiana, e infiniti motivi per farlo: ecco perché in italiano ci sono tante parole e tanti verbi adatti a ogni occasione.

SCHERZARE

Il verbo principale, con il significato più generale possibile. Significa che stiamo dicendo qualcosa per divertirci, oppure senza serietà.

RACCONTARE UNA BARZELLETTA

Significa dire una storia divertente. Dire una barzelletta è un modo molto comune per scherzare in lingua italiana. Il finale della barzelletta è, di solito, il momento più importante, quello dove si capisce perché bisogna ridere. Ci sono tante barzellette in lingua italiana.

FARE UNO SCHERZO

Leggermente diverso da scherzare, fare uno scherzo significa fare qualcosa di divertente contro qualcuno. Per esempio se io faccio credere alla mia ragazza che non trovo il passaporto(ma inrealtà io l’ho nascosto), non dico che la sto scherzando. Dico che le sto facendo uno scherzo.

Le barzellette di Berlusconi
Ecco una barzelletta raccontata da un maestro della risata italiana, l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi.
Attenzione: per capire questa barzelletta dovete sapere che ESPOSITO è un cognome di origine napoletana.

https://youtu.be/CHAuMuykKDw
 

FARE UNA BATTUTA

Significa dire una frase in un momento particolare e in contesto particolare. La frase non farebbe ridere se detta in altre situazioni, ed è per questo che fare battute è una cosa molto difficile: bisogna improvvisare, capire il tempo giusto, serve creatività e, ovviamente, tanto umorismo! Ecco un simpatico video dove due comici si sfidano con le loro battute.

https://youtu.be/q_mDHGvaL1k

IL DOPPIO SENSO

La lingua italiana permette di creare tantissime situazioni divertenti grazie alle parole che hanno più di un significato. Guardate l’immagine: il verbo spariamo può venire da “sparare” con un’arma, o da “sparire”, scomparire. Oppure pensate al “sale”. C’è il sale per cucinare e c’è il verbo salire, lui sale. Ed ecco che le persone capiscono cose totalmente diverse!

I doppi sensi sono anche molto importanti nei giochi di enigmistica. Ecco qui una bella lista di parole con doppio significato: LISTA DI PAROLE A DOPPIO SENSO.

IL TORMENTONE

Il tormentone è una frase che tutti, ma proprio tutti, ripetono e conoscono. Il tormentone esiste da prima di internet, da prima del concetto di “virale”. Solitamente si parla di “tormentone estivo” quando ci riferiamo a una canzone che ha molto successo in estate, ma ci sono anche nel mondo dell’umorismo tormentoni divertenti che tutti gli italiani non possono dimenticare.
Il più famoso di tutti è “è una cagata pazzesca”, che significa “è una cosa orribile, schifosa”. Questo tormentone, che tutti gli italiani hanno ripetuto almeno una volta nella vita, viene dal film Fantozzi, che trovate anche su youtube. Qui potete vedere la famosissima scena dove è nato il tormentone. Vi consigliamo di guardarla: Fantozzi è un film culturalmente importantissimo in Italia, e fa anche ridere molto!

https://youtu.be/hgfiAzqrLVo

FARE SATIRA

In questo caso usiamo il nostro umorismo per scherzare, spesso per criticare in modo sarcastico, contro le persone potenti, generalmente politici. La satira è importantissima in democrazia, sebbene sia difficile farla. Alle persone potenti non piace essere prese in giro, e chi fa satira può essere attaccato ed isolato. Bisogna sempre difendere il diritto di satira, come il diritto di parola! Qui il comico Crozza imita il Papa!

https://youtu.be/crYSKkVjSLw

IL COLMO

Molto simile al doppio senso, il colmo è una battuta che segue una struttura ben precisa, con una domanda in cui si chiede “qual è il colmo per qualcosa”. In questa situazione “colmo” significa “la cosa più divertente”. Ecco alcuni esempi. Riuscite a capirli?

-Qual è il colmo per una gallina con la febbre?
– Fare uova sode!

-Qual è il colmo per una gallina con la febbre?
– Fare uova sode!

– Il colmo per una tartaruga?
-Chiamarsi Valentina

PRENDERE IN GIRO / PRENDERSI GIOCO

Nella lingua italiana significa scherzare su una persona per qualcosa che lei ha fatto, detto, o per una sua caratteristica. Gli italiani si prendono spesso in giro per l’accento o per le abitudini che, secondo gli stereotipi, appartengono ad alcune regioni. Per esempio: nel sud prendono in giro le persone (o si prendono gioco delle persone) del nord perché sono sempre stressate e nervose, e nel nord prendono in giro le persone del sud perché non lavorano mai. Attenzione: se prendete in giro una persona, potrebbe offendersi!

https://youtu.be/fbDRfygAkYM

Condividi su

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Iscriviti al Blog